25 anni di Torrione

Il 2013 è l’anno del Torrione.

L’etichetta che oggi rappresenta al meglio la filosofia di Petrolo e la sua storia, festeggia il suo 25esimo anniversario. Il Torrione vede le sue origini legarsi al 1988 e, in particolare, alla volontà di Lucia Bazzocchi che pensò di creare un vino in grado di rappresentare al meglio la svolta di quel periodo. Negli anni Ottanta, infatti, l’azienda scelse di puntare su una produzione interamente incentrata sulla qualità dei propri vini, proponendosi su un mercato diverso e più evoluto. Perseguendo questo scopo, fu adottata un’attenzione maniacale alle lavorazioni in vigna e in cantina  e furono reimpiantati vari vigneti con criteri estremamente rigorosi aumentando la densità di ceppi per Ha e basandosi su zonazioni scrupolose per individuare i porta-innesti più consoni.
Fù il vigneto Bòggina, miglior sangiovese di Petrolo, ad essere selezionato da Giulio Gambelli nel 1988 con Lucia, per produrre il primo Torrione.

Dopo 25 anni, il Torrione oggi non proviene solo dal vigneto Bòggina ma anche dall’ assemblaggio di tutti i Sangiovesi “storici” dell’azienda che hanno oramai raggiunto la maturazione e sono pronti a dare grandi risultati.
Solo una piccola percentuale di Merlot e Cabernet, vengono oggi aggiunti al Torrione, secondo un uso solito sin dal XIX secolo: Il precedente proprietario di Petrolo, Giorgio Perrin, agronomo oriundo svizzero di inizio ‘800, membro onorario dell’Accademia dei Georgofili di Firenze, scrive nel 1834 nel “Giornale agrario toscano”, della qualità del Sangiovese e addirittura riferisce che era uso comune in quei tempi, quantomeno in questa parte della Toscana cioè il Chianti, piantare “uve franzose” da abbinare al Sangiovese, le quali non avrebbero alterato le qualità dei nostri vini in quanto il territorio avrebbe prevalso sulle differenti varietà di uva.

Oggi il Torrione (80% Sangiovese, 15% Merlot, 5% Cabernet Sauvignon) può essere definito lo “chateau” di Petrolo, rappresentando gli sviluppi recenti della Tenuta senza rinnegare il passato. Così come il Bòggina è legato alle origini di Petrolo ma inesorabilmente rivolto verso il futuro.